parquet controbilanciato
7 Luglio 2018

Miglior parquet controbilanciato: esempi e caratteristiche

 

Veloce da posare e facile da rimuovere, il parquet controbilanciato negli ultimi tempi ha avuto una grande diffusione. Seleziona le singole immagini per visionare una selezione delle migliori realizzazioni della maison toscana I Vassalletti:

 

versailles quercia legno   chantilly quercia e rovere chevron quercia cassettonato quercia

Nei parquet controbilanciati la parte più superficiale e quella inferiore sono realizzate con la stessa essenza lignea nobile. In pratica, se lo strato superficiale di legno nobile è in quercia antica o teak, quella inferiore ha i medesimi materiali, mentre lo strato di supporto centrale è composto da un legno generalmente più leggero, come ad esempio l’abete, o da multistrato, stabile e più economico.

I pavimenti in legno controbilanciati garantiscono un’ottima stabilità anche in condizioni sfavorevoli, in quanto lo strato superficiale di legno nobile e la controbilanciatura realizzata nella stessa essenza compensano in modo ottimale le eventuali variazioni di umidità o temperatura. Il parquet controbilanciato è considerato il top di gamma del “tre strati”.

 

stanza luminosa parquet controbilanciato

 

render parquet controbilanciato

 

Questa tipologia di parquet realizzata da “I Vassalletti” ha una finitura tale da donare un calore unico con la sua forte personalità espressa dall’elegante  posa.

Migliori modelli di parquet controbilanciato

I parquet controbilanciati di fascia alta hanno una struttura formata da tre strati, di cui la parte nobile superficiale ha uno spessore compreso tra 3 e 8 millimetri.

I prezzi del parquet tre strati sono, in genere, più elevati di quelli dei parquet in legno standard, poiché devono avere uno spessore minimo di 14 millimetri. Nei modelli controbilanciati l’essenza lignea pregiata incide sul prezzo finale.

Per maggiori informazioni sulla controbilanciatura del parquet non esitare a contattarci.

Tutte le News